martedì 18 giugno 2013

Notte prima degli esami (II)



Notte prima degli esami (II)

Mi riferisco proprio a voi….


Giunti al capolinea di un lungo viaggio, siamo stanchi e desideriamo scendere dalla vettura.
Insieme a noi, altri hanno percorso il medesimo cammino:  con loro abbiamo condiviso molto e, seppure non sempre si è trattato di quelle entusiasmanti esperienze che ogni viaggio riserva,  è certo che non le dimenticheremo. 
Nomi, volti e avvenimenti che oggi ci sfuggono per la stanchezza e le emozioni delle prossime ore, ci torneranno pian piano alla mente e così desidereremo rivivere, rivedere, perché no, riabbracciare. Scesi dalla vettura ci si saluta, o lo si evita, ci si scambia promesse per incontrarsi alla prossima migliore occasione, si è comunque felici e tristi del ritorno alla propria vita di sempre, come se quel viaggio fosse stato solo una bella o brutta, lunga, breve ma intensa parentesi di vita. 
E allontanandosi dal capolinea, sia che ci voltiamo a guardare sia che tiriamo avanti, non possiamo impedirci di provare gioia e sofferenza. Nell’uno o nell’altro caso, nutriamo la bella speranza della vita che ricomincia da lì, da noi, da chi era rimasto, da chi, non sapendo dove dormire, ci siamo portati a casa compagni ancora per un poco. 
Nella prima notte dopo un viaggio di solito non si dorme, ma si vive: consapevolezza e inconsapevolezza convivono e si alternano a meraviglia e, a dispetto di qualsiasi psicoanalisi, non si capisce se sonno o sogno ci hanno fatto compagnia. Comunque sia, ci risvegliamo un po’ ammaccati, ma pronti per una nuova vita e tanti, tantissimi bei Sogni!
Buona Vita a tutti voi!!!!
Giuliana






























Nessun commento:

Posta un commento